Share on Tumblr

Self Healing Polymers

Dalle ultime ricerche scientifiche, risulta che i materiali auto-riparanti possono essere di vario genere : polimeri termoplastici con una struttura chimica basata sui legami idrogeno, fibre o resine ibride contenenti gli ingredienti riparanti e vernici con comportamento "elastico".

In particolare Grado Zero Espace sta conducendo studi approfonditi sui polimeri sovramolecolari, con l'obiettivo di sviluppare e integrare questi materiali particolari in strutture complesse per applicazioni nell'edilizia, nell'arredamento, nel tessile, nel medicale, negli equipaggiamenti sportivi e di sicurezza, come coating protettivi,...

I supramolecular polymer sono polimeri termoplastici ai quali sono state aggiunte quantità variabili di un particolare dopante in grado di variare il comportamento viscoelastico del co-polimero ottenuto in funzione della temperatura.

L'obiettivo era quello di ottenere polimeri termoplastici in grado di sciogliersi, al punto di fusione, con viscosità molto basse, così da migliorare la loro lavorabilità. Numerosi studi a riguardo hanno portato alla commercializzazione di diversi polimeri auto riparanti contenenti questa tecnologia.

Un esempio è il polimero di polybutadiene modificato col dimero sviluppato dall'azienda Suprapolix che, danneggiato con un coltello e riscaldato fino ai 140°C, è in grado di richiudere il taglio liquefacendosi per ricoprire tutta la superficie danneggiata. Una volta raffreddato il manufatto, infatti, non è più visibile alcun segno del danneggiamento.


Un altro esempio di materiale auto riparante è stato sviluppato dal Prof. Tournilhac dell'Industrial Physics and Chemistry Higher Educational Institution (ESPCI) di Parigi, ottenendo un materiale gommoso che può essere spezzato e poi ri-assemblato con estrema facilità.
Il vantaggio nell'utilizzo di questi supramolecular polymer è correlato alla mancanza di reattivi o catalizzatori tossici, alla loro versatilità nel poter essere integrati in vari polimeri e alla semplicità e basso costo della loro sintesi.

Possibili applicazioni già ipotizzate, ma non ancora sviluppate, per questo materiale sono nel settore edile, nella cosmetica, nella stampa ink-jet, nell'elettronica e nel tessile come coating per legno e tessuti.

Grado Zero Espace srl - P.IVA 05226490489
Via nove, 2/A - 50056 Montelupo F.no, Firenze - Italy - Tel.: +39 0571 80368 - Fax: +39 1782 700167 - contact@gzespace.com
Avviso ai naviganti
naviga gzespace.com con il tuo smartphone - sito completo